carlo prati

III Biennale di Architettura di Pisa 2019. ACQUARCHITETTURA. Morfemi, disegni, progetti.

In ARCHITETTURA, RICERCA on 5 novembre 2019 at 5:03 pm

Felice di essere tra i progettisti selezionati per la III Biennale di Architettura di Pisa e di presentare per l’occasione “ACQUARCHITETTURA.

https://tempodacqua.com/carlo-prati/

BPA_locandina_conf_stampa-def

 

CARLO PRATI
ACQUARCHITETTURA
morfemi/disegni/progetti

ACQUARCHITETTURA presenta i risultati del mio metodo progettuale sintetizzandolo nelle tre fasi che lo strutturano (ideazione, figurazione, realizzazione) con particolare riguardo a quel segmento di ricerca che sto conducendo da circa dieci anni che ha per oggetto il rapporto tra acqua ed architettura.
“Morfemi” è il processo di elaborazione della forma dell’oggetto architettonico svolto attraverso la costruzione di modelli digitali tridimensionali posti in ambienti virtuali in cui è determinante la presenza dell’acqua in quanto piano riflettente e dunque luogo della moltiplicazione delle fughe prospettiche e degli assi di simmetria. “Disegno” è la prosecuzione di questo percorso intorno all’ideazione e alla figurazione del progetto condotto attraverso il disegno a mano libera visto come strumento ma anche come oggetto architettonico dotato di una propria autonomia compositiva. “Progetti” presenta invece la traduzione finale di questo metodo quindi si rivolge alla fase realizzativa con particolare riguardo ai progetti che ho redatto sul tema del waterfont design e delle infrastrutture per il trasporto marittimo che oggi rappresentano un ambito di ricerca decisivo per lo sviluppo dell’architettura contemporanea.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Arsenali Repubblicani di Pisa.
21 novembre -1 dicembre 2019.
#tempodacqua #biennaledipisa

https://tempodacqua.com/contributors/
https://www.biennaledipisa.com/partecipanti/call-to-acton/

BIENNALE DI ARCHITETTURA DI PISA – III Edizione
TEMPODACQUA – l’acqua come dimensione del tempo

TRILOGIA DELLA SEZIONE

In ARCHITETTURA, Disegno on 12 settembre 2019 at 10:52 am

Serie di tre disegni inediti realizzati in occasione dell’invito ricevuto per P.A.C.I. 2019 Premio Auditorium Città di Isernia 7a edizione.

visioni

La trilogia è una ricerca teorica sulla sezione prospettica vista quale matrice di spazio e strumento progettuale primario con particolare riferimento al concept sviluppato per i terminal ro-ro e cruise del Nuovo Porto di Palermo.

Trilogia della sezione: sezione mediterranea. morfema trasversale per i terminal del Nuovo Porto di Palermo. Tecnica mista su carta. 29,7 x 21 cm. 2019

Trilogia della sezione: sezione mediterranea. morfema trasversale per i terminal del Nuovo Porto di Palermo. Tecnica mista su carta. 29,7 x 21 cm. 2019

Trilogia della sezione: sezione pescarese omaggio a James Stirling. Tecnica mista su carta. 29,7 x 21 cm. 2019

NUOVO DISEGNO DI ARCHITETTURA ITALIANO. LA CENTRALITÀ RITROVATA.

In ARCHITETTURA, RICERCA, SCRITTI on 13 dicembre 2018 at 11:37 am

Conv

“Nuovo disegno di architettura italiano. La centralità ritrovata” sono lieto di comunicarvi che i 3 fascicoli del catalogo del MACRO Asilo dedicati al convegno che ho ideato e curato a Novembre 2018 sono stati editati e presentati Martedì 30 luglio 2019 presso il BookStore del Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Questo slideshow richiede JavaScript.



Le copie dei fascicoli sono acquistabili al prezzo di 2,50 direttamente presso il bookshop del Palazzo delle Esposizioni e del MACRO oppure ordinabili on line dal sito del museo https://www.museomacro.it/articolo/macro-diarioLibreria Macro – Via Nizza, 138 Roma
La libreria effettua servizio di spedizione in Italia e all’estero scrivere a bookstore.macro@palaexpo.itBookstore Palazzo delle Esposizioni – Via Milano, 15/17 Roma
Il Bookstore effettua servizio di spedizione in Italia e all’estero – scrivere a bookshop.pde@palaexpo.i

Si è tenuto presso il Macro Asilo di Roma dal 28 al 30 Novembre 2018 il convegno a mia cura “Nuovo disegno di architettura italiano. La centralità ritrovata”. Realizzato grazie al patrocinio del Dipartimento di Architettura di Roma Tre il simposio ha visto la partecipazione di oltre quaranta architetti italiani che hanno presentato le loro ricerche nel corso di tre intense giornate di lavoro, le prime due dedicate ai più autorevoli esponenti della nostra cultura del progetto e della costruzione e la terza impegnata a scandagliare l’attualità ed il prossimo futuro presentando per la prima volta in modo composito e strutturato le nuove generazioni di progettisti italiani.